Discipline

Discipline Shiatsu
Discipline Shiatsu

I COS’E’ LO SHIATSU

Lo Shiatsu è una disciplina relativamente recente e calibrata sul tipo di vita moderno, ma le sue origine sono nella millenaria Medicina Tradizionale Cinese, che è il sistema di cura piu’ antico utilizzato. Diffuso in Italia a partire dalla metà degli anni ’70, oggi rappresenta una delle più diffuse ed apprezzate Arti per la Salute tra le Biodiscipline.

Lo Shiatsu è una particolare tecnica di trattamento manuale giapponese che consente di prevenire e curare disturbi e condizioni di disagio, di stress e di stanchezza. Il termine "Shiatsu" è un vocabolo giapponese composto da "Shi"(dita) e "Atsu"(pressione) : significa quindi “pressione con le dita ”.

Lo Shiatsu trae origine dalla medicina e dalla filosofia orientale per la quali ogni essere vivente, e soprattutto l'essere umano, è costituito da energia. Quando, per un qualsiasi motivo, il fluire dell'energia nel corpo non è corretto, si crea un blocco: i disturbi e le condizioni di malessere fisico ed emotivo sono il risultato di un blocco energetico o di una carenza e del relativo squilibrio che ne deriva.

Caratteristica importante è l’approccio globale alla persona vista nella sua totalità di corpo – mente ed emozioni.  Il trattamento non si limita all'eliminazione dei sintomi e dei disturbi più evidenti ma considera e quindi tratta l'uomo nella sua complessità e non solo nella parte "malata". Scopo primario dello Shiatsu è di stimolare la capacità di auto-guarigione presente in ogni individuo favorendo il mantenimento e la conquista di condizioni ottimali di salute e di maggiore benessere nel corpo e nella vita. 

 

 

LO SHIATSU  PUO’ RISULTARE PARTICOLARMENTE EFFICACE QUANDO SI SOFFRE DI :

disturbi dell'apparato locomotore: dolori all'articolazione della spalla,disturbi alla colonna vertebrale in generale, presenza di ernia discale,dolori all'anca, ginocchia, caviglie

disturbi nervosi: varie tipologie di mal di testa, insonnia,ronzii alle orecchie, vertigini, emicrania, ecc. Utile anche per le persone colpite dal Morbo di Alzheimer o da Parkinson.

disturbi dell'apparato digerente: diarrea, gastrite, stitichezza, disturbi della digestione, reflusso esofageo

disturbi del metabolismo e dell'apparato genitale diabete, affezioni renali,  impotenza,  disturbi della menopausa, dismenorrea, diminuzione o disturbi del flusso mestruale

disturbi emotivi: ansia, agitazione, frustrazione,  preoccupazioni, paura, collera eccessiva, nervosismo, shock emotivo, fenomeni depressivi…

Lo shiatsu non ha quasi controindicazioni, tranne che in presenza di particolari malattie della pelle, grave deperimento organico, cancro, malattie infettive, gravi alterazioni viscerali come pleurite, peritonite, cirrosi epatica, ulcera duodenale, ecc…

 

Avvertenza: Le tecniche proposte sono un trattamento di riequilibrio energetico non terapeutico (prestazione non sanitaria), basato sulle tecniche e sulle teorie della filosofia orientale ed occidentale, volte al recupero ed al mantenimento del benessere psicofisico. Non sono da considerarsi sostitutive ad un intervento specificatamente sanitario.

                                                    DURATA DEL TRATTAMENTO

Trattamento "base" è di 45/60 minuti in ambiente accogliente e confortevole su tatami giapponese o lettino.

Trattamento di 30 minuti in posizione seduta per una piacevole edimmediata sensazione di rilassamento nella zona delle spalle e del collo

Discipline Moxa
Discipline Moxa

La moxibustione: il calore che cura

La moxibustione è un’antica pratica orientale conosciuta dal Tibet al Giappone che utilizza il calore a fini terapeutici.  

La funzione energetica principale della Moxa è quella di tonificare l’organismo, favorire lo scorrere dell’energia corretta nei meridiani e riequilibrare la funzionalità degli organi e potenziare l’energia difensiva.

 

La Moxibustione applicata su punti di Agopuntura specifici (chiamati in giapponese TSUBO) può essere utilizzata separatamente per un ciclo di trattamenti oppure a completamento di un trattamento Shiatsu per potenziarne l’effetto e prolungare la durata del beneficio. In una seduta viene normalmente utilizzato un numero limitato/specifico di punti, mediamente da 3 a 6 tsubo.

I metodi più diffusi in Oriente per l’applicazione della moxa sono:

  • piccoli coni di artemisia direttamente sulla pelle e lasciati fino a che la persona avverte una sensazione di calore,
  • coni di artemisia su un supporto applicato alla pelle per es. zenzero, sale marino
  • sigari di artemisia - senza fumo che vengono fatti bruciare vicino ai punti da trattare ( ad una distanza di circa  1 / 2 cm.  in modo da non irritare la cute del ricevente ) finché il punto si attiva.

TECNICHE  DA NOI UTILIZZATE

  • Moxa indiretta con sigaro di artemisia,
  • Moxa giapponese con artemisia e moxa su base adesiva
  • Moxa applicata su supporto di zenzero o sale

LE APPLICAZIONE DELLA MOXA SONO UTILI IN MOLTI DISTURBI E CONDIZIONI

 

In Gravidanza: 

molto utile e conosciuta per scaldare il punto V67 stimolando il feto a posizionarsi correttamente nell’utero materno

 

Dolori articolari e muscolari, in particolare causati dal freddo:

mal di schiena, dolori articolari,sindromi influenzali, bronchite, rinite, asma

Disturbi della regione gastrica:

vomito, diarrea, gastrite debolezza/astenia

Disturbi femminili:

dolori mestruali, disordini del ciclo (dismenorrea) femminile.

Disturbi cutanei

Eczemi, prurito neurodermatite, orticaria

Insonnia, ansia, emozioni negative: rabbia, tristezza, angoscia, paura, shock

 

Avvertenza: Le tecniche proposte sono un trattamento di riequilibrio energetico non terapeutico (prestazione non sanitaria), basato sulle tecniche e sulle teorie della filosofia orientale ed occidentale, volte al recupero ed al mantenimento del benessere psicofisico. Non sono da considerarsi sostitutive ad un intervento specificatamente sanitario.

Discipline Shiatsu
Discipline Footwork

FOOTWORK: UN PERCORSO VERSO IL BENESSERE

  Footwork è una tecnica educativa non invasiva ma potente che insegna in un percorso progressivo e strutturato a generare e sviluppare attenzione al corpo. La tecnica è stata sviluppata da Avi Grinberg, fondatore del Metodo Griinberg ® ed ha come fondamento la capacità di ogni individuo di imparare a prendersi cura del proprio benessere e di interrompere schemi ripetitivi appresi nel passato: abitudini posturali, respiratorie, e comportamentali che risultano dannosi e che generano sintomi e malesseri. Attraverso tecniche di lavoro sul piede (tipo riflessologia zonale) e istruzioni semplici si lavora per stimolare nel ricevente una maggiore consapevolezza del proprio corpo, e per imparare a riconoscendo zone del corpo che si trovano in stato di tensione o di debolezza. Lo scopo è di favorire un processo di  cambiamento in queste zone, tonificando le carenze e rilassando gli sforzi e migliorando lo stato di benessere. Un percorso di Footwork (una serie di sedute strutturate e personalizzate) si sviluppa a partire da un’analisi del piede e un colloquio dove si raccolgono informazioni e  si individua uno scopo che indirizzi il percorso di apprendimento. E’ possibile utilizzare questa tecnica per raggiungere obiettivi diversi: ridurre un dolore fisico, affrontare una situazione di stress o di cambiamento, migliorare la concentrazione e la calma della mente, recuperare la fisicità e la sensibilità nel corpo, rilassarsi in profondità, sviluppare le capacità naturali del corpo di respirare, rilassarsi e curarsi. LA TECNICA FOOTWORK  È APPROPRIATA PER MOLTE PERSONE TRA LE QUALI:

  • chi soffre di dolore cronico. “Nella mia esperienza Footwork è una delle tecniche piu efficaci per trasformare il dolore – dice Avi Grinberg”.
  • persone con condizioni croniche che non richiedono trattamento ma che comunque riducono e limitano la qualità della loro vita – per esempio costipazione cronica, allergie, emicrania, insonnia per citarne alcune. Questi malesseri non ti uccidono ma ti fanno soffrire. La maggior parte delle persone soffre di condizioni di questo tipo, che possono apparire in modo continuativo o periodicamente. Footwork è un modo per liberarsi da questi schemi.
  • Individui che sperimentano continuamente condizioni di stress, preoccupazione o fatica – condizioni che solitamente non sono nemmeno considerate fisiche. Footwork  molto efficace perché aumenta la fisicità , che spesso è ciò di cui le persone che soffrono di queste condizioni mancano.
  • Persone che attraversano un periodo di difficoltà o di disagio ce he può includere dolore, perdite, separazioni, attacchi di paura, ansia. Utilizzare Footwork per portare l’attenzione al corpo permetterà loro di attraversare questa esperienza con maggiore agio. Footwork può essere utilizzato in strutture ospedaliere:  immediatamente dopo un intervento, un parto e in altre situazioni di intensità.
  • Bambini e anziani. Praticare il Footwork con persone anziane migliora il loro vigore e benessere. I bambini lo amano, e lasciare lavorare il corpo per loro è naturale e facile.
  • Clienti che sono in terapia per sindromi depressive, ansia, attacchi di panico, apatia, pensieri negativi. Molte volte la fisicità che possono imparare attraverso Footwork è esattamente quello di cui la loro attenzione e il loro corpo ha bisogno.
  • Persone che desiderano sviluppare la loro attenzione, comprese le persone che praticano yoga, meditazione, arti marziali, danza, atleti, ecc Footwork è la strada per la consapevolezza fisica. E’ un modo per imparare come spostare l’attenzione ed espandere la percezione a tutto il corpo e allo spazio che lo circonda
  • Studenti, dirigenti, manager, artisti e chiunque desideri migliorare la propria chiarezza e la propria capacità di pensare e di concentrarsi – qualità che possiamo guadagnare quando i nostri corpi sono bilanciati.
  • Ricevere una sessione settimanale di Footwork – così come alcuni ricevono un massaggio – può fortemente migliorare la capacità di focalizzare e altre capacità cognitive
Discipline- Energy Taping
Discipline- Energy Taping

TAPING – Nastri elastici colorati Il delicato equilibrio tra interno ed esterno del nostro corpo, vede un grande coinvolgimento del nostro tessuto connettivo; la pelle è il nostro involucro protettivo ma anche il principale recettore di stimoli che provengono dall’esterno per poi essere in relazione con tutto l’interno. Il tape è fatto di un tessuto particolare di cotone elastico ed adesivo, resistente all’acqua e non contiene farmaci. L’applicazione dei nastri favorisce attivazione dei sistemi neurologici e circolatori, stimola i ricettori cutanei permettendomiglioramenti graduali, naturali ed efficaci. Il taping favorisce: - la diminuzione del dolore - facilita i movimenti - il drenaggio linfatico - il riequilibrio energetico e psico-fisico Il taping può essere applicato dopo un trattamento shiatsu e moxa per prolungare i beneficiper diversi giorni seguenti al trattamento su punti dolorosi, su muscoli, per attivare o migliorare il ristagno linfatico, sui meridiani (canali energetici)per i disturbi emotivie del sonno e per migliorare edincrementare l’energia e la sua qualità. I nastri vengono tagliati su misura della personaal momento, secondo le singole necessità.